Svezia, il ristorante che cucina prodotti in scadenza

Alimenti prossimi alla scadenza o non più freschissimi, frutta e verdura “brutte” d’aspetto…1 alimento prodotto su 3 finisce nella spazzatura o resta invenduto.

Una situazione a dir poco allarmante, insostenibile per l’ambiente e sulla quale bisogna riflettere.

Chi si è già mosso in questa direzione è Erik Anderssen, insieme a Ellinor Lindblom, fondatori del ristorante “Spill”( che in italiano significa spreco) a Malmo in Svezia.

I due imprenditori, si sono conosciuti lavorando in un ristorante stellato e hanno deciso di aprire un locale sposando la politica antispreco. «Parlando con un fornitore ci siamo resi conto di quanto cibo venisse buttato via – raccontano -. E questo è totalmente sbagliato».

Il menu di Spill viene deciso giorno per giorno, a seconda delle materie prime che si trovano dai fornitori. Si tratta di carne e vegetali ancora buoni, ma che verrebbero buttati via perché brutti di aspetto o quasi scaduti. I due chef li trasformano invece in manicaretti.

La scelta di utilizzare ingredienti che spesso vengono eliminati dagli scaffali dei supermercati può erroneamente far pensare che il risultato finale sia scadente. Niente di più sbagliato. Il menù elaborato è la perfetta espressione d’una proposta di alta cucina, un intreccio straordinariamente interessante fra la miglior arte culinaria e la tradizione della cucina svedese.