Scarpe realizzate con il caffè.

Il designer tedesco Sebastian Thies, appartenente ad una famiglia impegnata da generazioni nella produzione di scarpe, ha fondato la nat-2.

Si tratta di un marchio di calzature che utilizza materiali innovativi e processi  sofisticati per la realizzazione di prodotti high-tech. La fasi produttive si snodano tra Germania, Spagna e Italia.

Dopo le sneakers realizzate con i funghi, l’ultima arrivata in casa nat-2 è la scarpa ottenuta con gli scarti del caffè. Si tratta di una calzatura unisex in grado di contribuire, grazie a delle nuove tecnologie di lavorazione, alla riduzione dell’inquinamento.

Il rivestimento esterno della calzatura è realizzato da un materiale derivante dal riciclo della plastica, la sua copertura color cioccolato proviene al 50% da caffè riciclato, l’effetto ottenuto è simile alla pelle scamosciata. Tutte le altre parti che compongono la sneakers strizzano l’occhio alla  sostenibilità. Le suole sono di vera gomma e non sintetiche e la soletta interna è realizzata con il sughero. Infine la colla utilizzata per unire tutte le componenti è un mix a base d’acqua e priva di ingredienti di origine animale.

Nat-2 è molto attenta anche alle best practices del processo produttivo di realizzazione delle sneakers: l’obiettivo è abbattere  drasticamente la produzione di anidride carbonica.