A Brindisi gattofioriere per i felini

Da Brindisi arrivano le gattofioriere, strutture in legno adornate da fiori, dove portare da mangiare ai gatti randagi. Il comune ha deciso di installare degli appositi arredi urbani, realizzati dai ragazzi della Comunità Emmanuel di Villa Castelli (realtà impegnata nell’assistenza a persone svantaggiate e in difficoltà, specie nel campo della dipendenza), con l’obiettivo di ripulire la città da avanzi di cibo e piattini di plastica abbandonati per strada.

L’idea nasce da un progetto pilota, “I Felini di Puglia”, patrocinato dall’Ente Nazionale per la Protezione Animali (ENPA) e concordato con la Regione Puglia.

I rifugi sono stati costruiti con materiali a prova di pioggia e si integrano perfettamente con l’ambiente circostante. Attualmente sono state posizionate le prime due gattofioriere realizzate con donazioni raccolte tramite campagne di crowdfunding.

Partecipare e sostenere l’iniziativa è semplicissimo: basta visitare la piattaforma di crowdfunding “Produzioni dal basso” e fare una donazione. Bisogna raggiungere quota 2.000 euro; se verrà superata, le risorse eccedenti saranno impiegate per aiutare i gatti in difficoltà e per l’acquisto di antiparassitari e farmaci. Per ogni donazione ci sarà un piccolo gadget di ringraziamento.