La Mediterranea al primo posto nel mondo.

La dieta mediterranea vince la sfida mondiale del 2019 e si classifica come migliore dieta davanti alla dash e alla flexariana. 

La classifica è stata stilata dalla rivista U.S. News & World Report, nota a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori.

La dieta mediterranea ha vinto la sfida tra 41 diverse alternative con un punteggio di 4,2 su 5 grazie agli effetti positivi sulla longevità e ai benefici per la salute, tra cui perdita e controllo del peso, salute del cuore e del sistema nervoso, prevenzione del cancro e delle malattie croniche, prevenzione e controllo del diabete.

L’analisi di 41 piani alimentari ha anche dato alla dieta mediterranea il primo posto in diverse sottocategorie: la migliore dieta per un’alimentazione sana, la migliore dieta per il diabete e la dieta più facile da seguire. La dieta presenta una cucina semplice a base vegetale, con la maggior parte di ogni pasto focalizzato su frutta e verdura, cereali integrali, fagioli e semi, con poche noci , carni bianche , pesce e una forte enfasi sull’olio extra vergine di oliva. 

È più che una dieta, è uno stile di vita”, ha dichiarato il dietologo Rahaf Al Bochi, che insegna la dieta mediterranea ai suoi clienti. “Incoraggia anche a mangiare con gli amici e la famiglia, a socializzare sui pasti, a mangiare consapevolmente i tuoi cibi preferiti, oltre a movimenti ed esercizi consapevoli per uno stile di vita sano e completo.”

A distanza di nove anni arriva il meritato riconoscimento per la dieta mediterranea che è un tesoro del Made in Italy che ha consentito all’Italia di conquistare con ben il 7% della popolazione, il primato della quota più alta di ultraottantenni in Europa davanti a Grecia e Spagna, ma anche una speranza di vita che è tra le più alte a livello mondiale ed è pari a 80,6 anni per gli uomini e a 85 per le donne.